Come mantenere l’abbronzatura : trucchi per fissare la tintarella

Una volta raggiunta la tanta desiderata tintarella bronzea,bisogna mantenerla.Ed è qui che si vede la differenza tra chi sa come mantenere l’abbronzatura per più di 28 giorni, e chi no.

Benissimo,sei finalmente diventata nera ,e come dice la canzone di Los Marcellos Ferial

sei diventata nera,nera,nera,
ei diventata nera
come il carbon


Ma,come si fa a mantenere l’abbronzatura? Non importa sei la tua tintarella è così bella perché hai preso il sole al mare o in montagna,non fa differenza sei il tuo colorito è così grazie al riverbero dell’acqua di piscina ,quella del mare, o della neve dei ghiacciai. Non c’è distinguo tra l’una e l’altra abbronzatura,ciò che vogliamo è fissare l’abbronzatura il più a lungo possibile,possibilmente fino alle prossime vacanze.

Sono sicura che hai già seguito i miei consigli su come abbronzarsi velocemente,perfetto allora sei già a metà dell’opera.

 come mantenere l'abbronzatura

Quanto dura l’abbronzatura

L’abbronzatura altro non è che la diretta conseguenza della aumentata produzione di melanina da parte dei melanociti. Una volta abbronzati,questo processo fisiologico dura in media 28 giorni,il che significa che dopo tale tempo il naturale ricambio cellulare si concretizza,e noi torniamo ad essere delle bianche,candide mozzarelline. Tuttavia,c’è chi non arriva neppure a raggiungere questi tempi,essendo la sua tintarella rosso peperone, di conseguenza più che un abbronzatura è una infiammazione della pelle con conseguente forte disidratazione. Ma ci sono dei trucchi per mantenere l’abbronzatura,basta seguirli.

Cosa mangiare per mantenere l’abbronzatura

Ti ricorderai sicuramente quello che ti avevo detto a proposito dell’acqua,in caso contrario rileggi qui . Non smettere con l’idratazione perché, oltre a far bene a tutto il tuo corpo e non solo all’abbronzatura,l’acqua ,i succhi di frutti e i concentrati di verdura ti aiuteranno nel tuo scopo molto più di quello che pensi.

Mangia molta frutta e verdura di stagione ma non dimenticare la frutta secca ricca di sali minerali che servono a bilanciare la quantità di acqua presente nell’organismo. Inoltre,se aggiungiamo frutta secca alla normale quantità di frutta fresca che siamo abituati a mangiare,aiutiamo l’organismo a produrre melanina,fondamentale per abbronzarci in modo luminoso ma sopratutto duraturo.

Cosa toglie l’abbronzatura

Ahimè,si,ci sono fattori nemici dell’abbronzatura. Strano a pensarlo,ma ,dopo tutta la fatica fatta per conquistare quel colorito tanto sognato,una volta fatto nostro, bisogna non solo mantenerlo,ma anche difenderlo.

Se sei una di quelle che ama prendere il sole a bordo piscina,va benissimo anzi meglio proprio come ti spiegavo qui,ma sappi che se fai bagni prolungati nel cloro,questo disinfettante usato in tutte le piscine della terra,si mangia letteralmente la tua bella tintarella.

come mantenere l'abbronzatura

Attenzione anche all’aria condizionata,secca la pelle ,favorisce la desquamazione disintegrando il primo strato di epidermide molto più velocemente del previsto. Usa quindi una buona crema idratante ogni qual volta prendi l’aereo,usi mezzi di trasporto pubblico,e anche quando sei a casa.

Creme dopo sole:quali usare

Come ti ho spiegato,l’idratazione è il tuo miglior alleato. Oltre a nutrire il tuo corpo dall’interno,devi farlo dall’esterno. Usare creme dopo sole diventa di fondamentale importanza per tenere idrata la pelle e cercare di rallentare la desquamazione che prima o poi sarà inevitabile,ma che noi cercheremo con queste semplici tips, di ritardare il più possibile. D’altronde quello che vogliamo ci venga detto quando ci vedono è :

ma come fa ad essere ancora così nera?

Prediligi creme con oli naturali,olio di avocado e olio di cocco sono fantastici. Non usare prodotti con alcool,accelerano la disidratazione cellulare.Se a casa hai una crema all’aloe vera,ancora meglio. Se sei rossa peperone usa pure la bava di lumaca,fa miracoli per le ustioni.

Quando fai la doccia,e sappi che è da preferire rispetto al bagno caldo in quanto secca troppo la pelle,usa saponi naturali ,emollienti. Anche uno scrub leggero o un gommage fatti in modo delicato,aiutano a rimuovere le cellule morte e far respirare lo strato inferire di epidermide.E’ molto utile se dovessi avere prurito dopo l’abbronzatura,questo significa che non hai preso il sole nel modo corretto,magari ti sei esposta per troppo tempo nelle ore più caldo,il che non fa bene in nessun caso. Ma oramai l’hai fatta,cerchiamo di rimediare.

Come mantenere l’abbronzatura ogni giorno

Quindi hai terminato le vacanze,sei tornata a casa in città,e oltre a tutti i bei ricordi,vuoi anche mantenere la tua tintarella. Lo sai vero che il sole che c’è nel tuo giardino o terrazza è pressoché lo stesso della località di villeggiatura? Ti bastano 15 minuti al giorno,anche se è nuvoloso,per mantenere la giusta stimolazione di melanina e fissare la vitamina D, e di conseguenza il tuo colore ambrato lucido. Prova, scattati delle foto per fare dei confronti. Vedrai da te se funziona.